.
Annunci online

 
GERONIMO 
PENSIERI E SERVIZI
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  FORUM
forum dei militari
--------oooo0oooo--------
BLOG
http://blog.solignani.it/
worldtv.com/geronimo/
http://it.youtube.com/goast2004
http://www.myspace.com/Antonio
Beppe Grillo
--------oooo0oooo--------
MISTERI ITALIANI
tibereide
Paolo Franceschetti
disinformazione
misteri d'Italia
agente segreto g.71
Fabio piselli
--------oooo0oooo--------
SITI ISTITUZIONALI
senato
camera dei deputati
consiglio dei ministri
ministero affari esteri
ministero dell'interno
ministero dei trasporti
ministero grazia e giustizia
ministero della salute
ministero della difesa
ministero del tesoro
ministero dello sviluppo economico
ministero delle finanze
ministero del lavoro, salute, politiche sociali
minstero dell'ambiente
ministero dei beni culturali
ministero della pubblica istruzione
ministero politiche agricole
Ministero per il commercio estero
Ministero dell'Università e delle ricerche
Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione
istituo poligrafico dello Stato
istituto superiore sanità
a.i.p.a.
c.n.r.
istat
consiglio di Stato
--------oooo0oooo--------
GIORNALI
ansa
effedieffe
il sole 24 ore
il giornale
il sardegna
zeusnews
il foglio
la Stampa
il riformista
  cerca

  In classifica

classifica

 


 

 

 

 

   

Utilità ed accessori

Ricerca codici C.A.P.
Autocertificazioni on-line
Caselle E-Mail gratis
La Patente a Punti
Calendario perpetuo
Ora esatta e Fusi orario
Prefissi Italiani  » Esteri

Calcolatrice»

Scientifica

Strumenti Economici e   Fiscali

Calcolo Codice Fiscale
Converti le Valute
Rate Mutuo e Prestiti

Calcolo Interessi Legali

Salute e Benessere

Le Diete gratuite
Valutazione del Peso
Calorie degli Alimenti
Piramide Alimentare
Composizione Alimenti
Calorie  » Nello Sport

Frutta di Stagione»Verdura

Strumenti Curiosità e Svago

Quoziente Intellettivo
Affinità di Coppia»Astrale
Esistenza precedente
Lettura della Mano
Calcolo dei Bioritmi
Num. Lotto»Num. Fortunato
 

    Strumenti utili

Traduci on-line
Parole scrittura
anonimi in internet
sms gratis
Software per PC
Quotidiani lettura
 

 


 

 

ENTI  GOVERNATIVI E  PREVIDENZIALI



Homepage

 

 

 A.N.A.V.A.F.A.F.

ASS. NAZ. ITALIANA ASSISTENZA VITTIME ARRUOLATE NELLE FORZE ARMATE E FAMIGLIE DEI CADUTI

Responsabile locale

Avv. Antonio Siffu 

 

  

SUL FILO DEL DIRITTO

 Normattiva Il portale della legge vigente

logo del sito

HandyLex.org

Kataweb, Soluzioni quotidiane

dalla tua parte

 

 M O D U L I


 PATENTE  


AmbienteDiritto.it


 

 

 

ASSOCIAZIONI DIFESA DEI CITTADINI

 

DANNO MEDICO 

 

CINOFILIA addestramento ed educazione comportamentale

Pitbull

 

meinstaff Siria

 

 

 

 Registra il tuo sito nei motori di ricerca 

 

 

  

 


 

Diario | news | sicurezza | Cani | politica | sport | musica | annunci | diritto e diritti | Sanità e salute | curiosità | segnalazioni | Computer e internet | militarpolice | lavoro | L'automobilista | Commercio e P.S. | ELENCO ALFABETICO POST |
 
Diario
1visite.

5 giugno 2020

TRASFERIMENTI DI MILITARI E FORZE DI POLIZIA - ECCESSIVA LA DISCREZIONALITÀ DEI COMANDI

Foto



Un appuntato della Guardia di Finanza ha impugnato presso il Tar per il Lazio un provvedimento con il quale il Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza respingeva la sua domanda di trasferimento, con i soliti motivi di “esigenze organiche e di servizio”;
Nell'ambito della periodica procedura indetta dal Comando Generale della Guardia di Finanza volta all'individuazione dei militari da trasferire a domanda , secondo le esigenze organizzative del Corpo, l’appuntato aveva ritualmente presentato la propria istanza per il trasferimento da un luogo all'altro della stessa Regione. Il ricorrente risultava essere il primo dei militari esclusi in ordine di graduatoria, non collocandosi quindi in posizione utile per il richiesto trasferimento. Tuttavia, il collega-candidato collocatosi utilmente nella posizione immediatamente precedente a quella del ricorrente, rinunciava al trasferimento. Il posto, resosi così vacante, non veniva poi però assegnato. L’appuntato pertanto impugnava il provvedimento citato perché l'amministrazione aveva lasciato un posto vacante che appena un attimo prima aveva deciso di assegnare ad un altro militare (il quale vi aveva spontaneamente rinunciato).
Il Tar accoglieva il ricorso dell'appuntato ritenendo contraddittoria la condotta dell'Amministrazione , che non aveva adeguatamente indicato le ragioni per le quali, liberatosi un posto, non lo avesse assegnato al ricorrente che si poneva nella graduatoria in una posizione immediatamente successiva a quella del militare rinunciatario. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Comando Generale della Guardia di Finanza, ribadendo quanto evidenziato in primo grado in ordine all'elevata discrezionalità del provvedimento adottato nel caso di specie, ricorreva opponendosi innanzi al Consiglio di Stato, sulle decisioni del TAR.
Il Ministero ed il Comando Generale della Guardia di Finanza non potevano che soccombere alle decisioni del Consiglio di Stato, che , con un'interessante decisione, disponeva il trasferimento dell'appuntato e condannava Il Comando Generale della Guardia di Finanza al pagamento delle spese processuali.

G.L.

sentenza-tar.pdf
Scarica file



sentenza-cds.pdf
Scarica file


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti

permalink | inviato da geronimo il 5/6/2020 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 gennaio 2014

TRASFERIMENTI - LEGGE 104/92.

Corte di Cassazione n. 28320 del 18 dicembre 2013



Va affermato il principio di diritto per cui la norma di cui alla L. 5 febbraio 1992, n. 104, art. 33, comma 5, sul diritto del genitore o familiare lavoratore “che assista con continuità un parente o un affine entro il terzo grado handicappato” di scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio, è applicabile non solo all’inizio del rapporto di lavoro mediante la scelta della sede ove viene svolta l’attività lavorativa, ma anche nel corso del rapporto mediante domanda di trasferimento. La ratio della norma è infatti quella di favorire l’assistenza al parente o affine handicappato, ed è irrilevante, a tal fine, se tale esigenza sorga nel corso del rapporto o sia presente all’epoca dell’inizio del rapporto stesso


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti

permalink | inviato da geronimo il 5/1/2014 alle 7:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 giugno 2012

TRASFERIMENTI D'AUTORITA' - GUARDIA DI FINANZA

 

Il Consiglio di Stato,  con la sentenza n. 3383 del 7 giugno 2012 , pone in evidenza il mutamento giurisprudenziale secondo cui il trasferimento di unità di personale sia destinato a soddisfare prioritariamente un interesse vitale dell'amministrazione della pubblica sicurezza e dell'ordinamento in generale, la dichiarazione di gradimento del personale, ai sensi del d.m. 29 dicembre1992, altro non costituisce che una mera manifestazione di assenso o di disponibilità alla nuova destinazione (Cfr. sez. IV, 19/12/2008, n. 6405 e, da ultimo, sez. IV 07/02/2011 n. 814).  Il mutamento è condivisibile nella misura in cui pone un discrimine chiaro nel genus dei trasferimenti (a domanda o d'autorità), sulla base delle esigenze che lo spostamento mira a soddisfare, in guisa che, solo ove vi sia una domanda del dipendente motivata da esigenze o aspirazioni personali possa dibattersi di trasferimento "a domanda". Coglie altresì l'essenza del beneficio riconosciuto, individuabile nella radice organizzativa ed istituzionale dello ius variandi esercitato, contribuendo opportunamente a depotenziare argomentazioni che fondano sull'assenso postumo (le cui ragioni rimangono puramente soggettive e personali) una presunzione iuris et de iure di spontanea e libera volontà, secondo un'inversione logico giuridica che arriva ad obliterare il diritto all'indennità. L'appello è dunque respinto. Avuto riguardo al mutamento del quadro giurisprudenziale, le spese possono essere compensate.

 La domanda che sorge naturale porsi è la seguente:” Perché non  viene condannata alle spese di giustizia solo l’amministrazione ricorrente? ”. 

 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti

permalink | inviato da geronimo il 14/6/2012 alle 11:29 | Versione per la stampa

26 maggio 2012

IL TAR ANNULLA IL TRASFERIMENTO DI UN MILITARE - PERCHE' COMPENSARE LE SPESE DI GIUDIZIO?

Il Tribunale Amministrativo Regionale per l'Emilia Romagna (Sezione Prima) con sentenza n. 363/2012 ha annullato l'ordine di trasferimento di un militare, poiché posto in essere con «modalità inutilmente e particolarmente pregiudizievoli per le esigenze familiari». Nella circostanza il trasferimento avveniva successivamente all’impugnazione da parte del militare del rapporto informativo, con richiesta di accesso agli atti. Sembrava una palese ritorsione da parte dell’amministrazione della Difesa.

Ciò che ancora la Giustizia Amministrativa trova difficile fare, seppure le ragioni siano attribuite al ricorrente e non all’amministrazione resistente , è addebitare le spese alla parte soccombente, quando questa è l’’amministrazione pubblica che ha suscitato l’azione legale della controparte, ma decide quasi sempre per la solita compensazione delle spese, adducendo motivi più o meno valenti. Non vi è invece alcuna difficoltà addebitarle al dipendente pubblico qualora sia questo a soccombere in giudizio. La  Cassazione si è espressa sulla debenza delle spese di giudizio , affermando che le stesse devono essere a carico della parte soccombente, ma la giustizia amministrativa pare trovi sempre qualche difficoltà nel volerle attribuire all’amministrazione Pubblica, seppure essa sia rappresentata dall’avvocatura dello Stato , che ad onor del vero, oggi, deve comunque essere individuata nell’azione e nella responsabilità di un singolo soggetto. In conclusione, per far valere le proprie ragioni, innanzi ai giudici amministrativi, si deve in qualche modo pagare il pegno, anche davanti ad azioni, a dir poco, persecutorie.

Sarebbe il caso di interessare la Corte Europea per la garanzia dei diritti dell’uomo “militare ?

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti

permalink | inviato da geronimo il 26/5/2012 alle 22:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 aprile 2012

TRASFERIMENTI - FAMILIARI CON HANDICAP - LA LEGGE 183/2010 DEVE CONSIDERARSI RETROATTIVA

Consiglio di Stato sez. III 7/3/2012 n. 1293

Oggetto del contenzioso è la corretta attuazione dellanormativa in materia (permessi e trasferimenti a favore di dipendenti, pubblicio privati, che intendono assistere un familiare portatore di handicap), especificatamente dell'articolo 33, comma 5, della legge n. 104 del 5 febbraio1992, come modificato dall'articolo 19 della legge n. 53 dell’ 8 marzo 2000 epoi, in particolare, dall' art. 24, comma 1, lett. B, della legge n. 183 del 4novembre 2010.

Orbene, è indubbioche attualmente, proprio alla luce delle modifiche normative intervenute esoprattutto di quelle più recenti, può affermarsi, sul piano generale che, perusufruire del diritto al trasferimento nella sede più vicina alla residenza delfamiliare da assistere, il dipendente deve dare prova, con dati e elementioggettivi, della necessità di dover prestare assistenza al familiare disabile eche nessun altro familiare sia in grado o possa assicurare tale assistenza,fatte salve le irrinunciabili esigenze organizzative e funzionalidell'Amministrazione. È indubbio che la recente evoluzione legislativa deveritenersi implicitamente retroattiva, proprio perchè finalizzata a risolvere lesvariate questioni insorte a seguito delle diverse interpretazioni fornite alleprecedenti normative, e non può quindi non applicarsi a situazioni ancora nondefinite, come nel caso di specie (cfr. Cons. Stato – III, n. 5725 del 26ottobre 2011). 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti

permalink | inviato da geronimo il 23/4/2012 alle 14:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio