.
Annunci online

 
GERONIMO 
PENSIERI E SERVIZI
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  FORUM
forum dei militari
--------oooo0oooo--------
BLOG
http://blog.solignani.it/
worldtv.com/geronimo/
http://it.youtube.com/goast2004
http://www.myspace.com/Antonio
Beppe Grillo
--------oooo0oooo--------
MISTERI ITALIANI
tibereide
Paolo Franceschetti
disinformazione
misteri d'Italia
agente segreto g.71
Fabio piselli
--------oooo0oooo--------
SITI ISTITUZIONALI
senato
camera dei deputati
consiglio dei ministri
ministero affari esteri
ministero dell'interno
ministero dei trasporti
ministero grazia e giustizia
ministero della salute
ministero della difesa
ministero del tesoro
ministero dello sviluppo economico
ministero delle finanze
ministero del lavoro, salute, politiche sociali
minstero dell'ambiente
ministero dei beni culturali
ministero della pubblica istruzione
ministero politiche agricole
Ministero per il commercio estero
Ministero dell'Università e delle ricerche
Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione
istituo poligrafico dello Stato
istituto superiore sanità
a.i.p.a.
c.n.r.
istat
consiglio di Stato
--------oooo0oooo--------
GIORNALI
ansa
effedieffe
il sole 24 ore
il giornale
il sardegna
zeusnews
il foglio
la Stampa
il riformista
  cerca

  In classifica

classifica

 


 

 

 

 

   

Utilità ed accessori

Ricerca codici C.A.P.
Autocertificazioni on-line
Caselle E-Mail gratis
La Patente a Punti
Calendario perpetuo
Ora esatta e Fusi orario
Prefissi Italiani  » Esteri

Calcolatrice»

Scientifica

Strumenti Economici e   Fiscali

Calcolo Codice Fiscale
Converti le Valute
Rate Mutuo e Prestiti

Calcolo Interessi Legali

Salute e Benessere

Le Diete gratuite
Valutazione del Peso
Calorie degli Alimenti
Piramide Alimentare
Composizione Alimenti
Calorie  » Nello Sport

Frutta di Stagione»Verdura

Strumenti Curiosità e Svago

Quoziente Intellettivo
Affinità di Coppia»Astrale
Esistenza precedente
Lettura della Mano
Calcolo dei Bioritmi
Num. Lotto»Num. Fortunato
 

    Strumenti utili

Traduci on-line
Parole scrittura
anonimi in internet
sms gratis
Software per PC
Quotidiani lettura
 

 


 

 

ENTI  GOVERNATIVI E  PREVIDENZIALI



Homepage

 

 

 A.N.A.V.A.F.A.F.

ASS. NAZ. ITALIANA ASSISTENZA VITTIME ARRUOLATE NELLE FORZE ARMATE E FAMIGLIE DEI CADUTI

Responsabile locale

Avv. Antonio Siffu 

 

  

SUL FILO DEL DIRITTO

 Normattiva Il portale della legge vigente

logo del sito

HandyLex.org

Kataweb, Soluzioni quotidiane

dalla tua parte

 

 M O D U L I


 PATENTE  


AmbienteDiritto.it


 

 

 

ASSOCIAZIONI DIFESA DEI CITTADINI

 

DANNO MEDICO 

 

CINOFILIA addestramento ed educazione comportamentale

Pitbull

 

meinstaff Siria

 

 

 

 Registra il tuo sito nei motori di ricerca 

 

 

  

 


 

Diario | news | sicurezza | Cani | politica | sport | musica | annunci | diritto e diritti | Sanità e salute | curiosità | segnalazioni | Computer e internet | militarpolice | lavoro | L'automobilista | Commercio e P.S. | ELENCO ALFABETICO POST |
 
news
1visite.

16 settembre 2014

L'URANIO IMPOVERITO E LE SUE VITTIME.

TRATTO DA    WWW.ADODS.ORG


Immagine
Un interessante articolo apparso sul quotidiano “L' Unione Sarda” a firma di Maurizio Olandi, ha riaperto una ferita mai chiusa, che riporta alla mente la morte di Mauro Faedda e Maurizio Serra, due avieri sardi che non hanno ancora visto riconosciuti i propri diritti. La morte dei due giovani, come quella di tanti altri militari,  non può essere dimenticata. Loro sono  figli di  una terra (la Sardegna) violentata, sfruttata e non considerata. La loro sorte ha seguito un percorso quasi identico, come simili sono state alcune loro mansioni, fra le quali, raccogliere proiettili e residui bellici  a mani nude. Dispersivo sarebbe continuare a rimarcare la particolarità riguardante l'uranio e le polveri chimiche del munizionamento esploso, ma tali sono le coincidenze oggettive e temporali, da poterle considerare causa o concausa delle malattie insorte fra i militari che hanno svolto servizio nei poligoni sardi, nel caso dei due militari, quello di Capo Frasca.

La battaglia per poter vedere riconosciuti i diritti dei militari ad un equo risarcimento, appare impari e sicuramente difficile, ma la tenacia dell'avv. Antonio Siffu,  che rappresenta i due giovani, è uguale a quella di chi non può soccombere innanzi ad un nemico letale che ha ucciso e uccide i figli di questa terra. Non di meno è la battaglia che ormai da anni combatte l'ammiraglio Falco Accame, che con la sua associazione “ANAVAFAF” affronta le problematiche riguardanti l'uranio impoverito, che già troppe giovani vite di uomini con le stellette ha mietuto.

I giovani militari che hanno subito la medesima fine, sono ormai troppi , ancora da riconoscere come vittime della negligenza del Ministero della Difesa. Seppur uno squarcio di luce si sia intravisto nella determinazione di alcune sentenze favorevoli che hanno  riconosciuto il giusto risarcimento ad alcuni militari, la battaglia che vede contrapposti gli avvocati che perorano siffatte cause, appare irta e piena di ostacoli. Per le strutture militari è ammissibile morire in un teatro di guerra o  in missione, ma non è contemplabile l’ammissione di negligenze ed errori da parte delle strutture dirigenziali, sarebbe ammettere una responsabilità diretta nella morte dei propri uomini. Quindi, un doppio fallimento. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. uranio impoverito

permalink | inviato da geronimo il 16/9/2014 alle 14:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 giugno 2013

VISITE FISCALI

Comunicato Stampa Presidenza Cons. Min. - Dip. funzione pubblica 7/5/2013

Visite fiscali per il controllo della malattia dei pubblici dipendenti.Attività dell'INPS

Con riferimento ad alcune notizie di stampa, circa la sospensione delle visite fiscali disposte dall'INPS, il Dipartimento della Funzione Pubblica precisa che tale decisione non riguarda il pubblico impiego.Il provvedimento adottato dall'INPS riguarda solo le visite disposte d'ufficio (non previste per il settore pubblico), mentre l'Istituto continuerà ad effettuare le visite richieste dai datori di lavoro (icui oneri sono a loro carico).
Il provvedimento quindi non ha impatto sul  lavoro pubblico. Le visite di controllo sullo statodi malattia per il settore del lavoro pubblico sono disciplinate dall'art. 55 
septies del d.lgs. n. 165 del 2001, che prevede sempre visite a richiesta della pubblica amministrazione. Le pubbliche amministrazioni possono chiedere le visite di controllo alle aziende sanitarie locali o all'INPS pagando il corrispettivo fatturato per ciascuna visita. Le modalità per chiedere il controllo all'INPS sono regolate dalla circolare n. 117 del 9 settembre 2011, che prevede l'inoltro della richiesta in via telematica.
Pertanto, le pubbliche amministrazioni potranno continuare a fare domanda di visita di controllo sia alle AUSL sia all'INPS a seconda del sistema che ritengono più conveniente ed efficace.






permalink | inviato da geronimo il 7/6/2013 alle 13:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 aprile 2013

MARO’ ITALIANI RICONSEGNATI ALL’INDIA – L' ARRESA DI UN GOVERNO

Immagine
La farsa continua, una sequela di errori che sin dall’inizio della vicenda, ha segnato il cammino che ha portato all’ennesima magra figura di un governo,  a nostro  sommesso parere, non più rappresentativo perché non meritevole di tale onore. Per la prima volta , in una situazione così difficile, trovano unità di pensiero il capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ed il Generale Cotticelli, presidente del COCER interforze, i quali, ritengono, che la farsa debba terminare e che i militari Italiani debbano ritornare in Italia.

Il governo Italiano ha assicurato che non potrà essere applicata la pena di morte ai fucilieri Latorre e Girone , ma ad aggravare ulteriormente la situazione sono le parole del Ministro della Giustizia Indiana, Ashwani Kumar, che ha negato l'annuncio di tali assicurazioni. Pirandello e Totò non avrebbero saputo fare di meglio, una sceneggiata sulla sorte di due militari, in servizio per lo Stato Italiano a bordo di una nave mercantile civile. Un governo che non garantisce e protegge i propri uomini nell'adempimento del loro dovere, non può essere un governo riconoscibile come tale. I marò sono stati riconsegnati una seconda volta ad un governo straniero in cui vige  la pena di morte, in palese violazione delle norme Costituzionali, per garantire e tutelate la libertà dell'ambasciatore Italiano trattenuto indebitamente da uno Stato straniero, in palese violazione delle norme consuetudinarie di diritto Internazionale.
Invece di affrontare con forza l’azione illegale del governo Indiano per aver  violato la Convenzione di Vienna del 61, che codifica i principi universalmente riconosciuti sulle relazioni diplomatiche anche in caso di guerra, il nostro governo alza le mani in segno di arresa. E’ finita, abbiamo perso qualsiasi credibilità nello scacchiere Internazionale. Il Cocer dei Carabinieri invita il Ministro della Difesa ed il capo di Stato maggiore della Difesa, ammiragli Di Paola e Binelli, a consegnarsi al governo Indiano al posto dei due marò. Gli Italiani e gli stessi militari, chiedono che venga loro restituita la dignità e l' arbitrio di essere artefici della propria libertà. 





permalink | inviato da geronimo il 12/4/2013 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 aprile 2012

ROTATORIE AD ALGHERO - COME COMPLICARE LA CIRCOLAZIONE STRADALE



Nella Carreggiata a quattro corsie di via Vittorio Emanuele è stata posizionata una rotatoria con un diametro non superiore a tre metri, per agevolare l’uscita degli automezzi dei residenti in una zona a vicolo chiuso. Così facendo hanno ridotto la viabilità è creato una situazione inverosimile  a dir poco ridicola. La foto può meglio far trasparire il concetto. Un autocarro di media grandezza ha difficoltà nell’effettuare una svolta a sinistra o addirittura girare completamente la rotatoria, in quanto andrebbe a colliderla. Pertanto, il mezzo pesante, sarebbe costretto a violare la segnaletica verticale, dovendo anticipare la rotatoria centrale ed evitando di girarvi intorno, così come previsto dal codice della strada. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, , con nota Prot. N. 6069 del 12.12.2011, da alcune indicazioni sulla possibile installazione di rotatorie inferiori a quelle stabilite dalla norma generale:” La rotatoria deve necessariamente tener conto dei dati di traffico relativi ai tronchi che concorrono nelle intersezione, ivi compresi quelli di origine-destinazione necessari a valutare il bilanciamento dei flussi”.

In riferimento a rotatorie minori cita:”dimensioni tali da consentire sull’anello le manovre di scambio tra due corsie contigue nel tratto compreso tra due bracci successivi, ovvero quello relativo a corsie specializzate di preselezione, delle quali quella più a destra deve essere utilizzata per l’uscita nel braccio immediatamente successivo a quello d’ingresso, e ciò in connessione ad una analisi approfondita dei dati di traffico.

Non analizziamo nel particolare le locuzioni innanzi riportate e guardiamo le rotatorie in riferimento , dando una nostra semplice e non tecnica valutazione per capire se quelle distinte nelle immagini rientrano fra quelle indicate nelle risposta Ministeriale.




permalink | inviato da geronimo il 23/4/2012 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 marzo 2012

MARO' ITALIANI ARRESTATI IN INDIA - LENTEZZA ED INERZIA DEL NOSTRO GOVERNO


 

Avrei voluto parlare della vicenda accaduta in India ai nostri militari, e mettere in risalto l’inerzia e la lentezza del nostro governo nel tutelare , nell’immediatezza, i nostri militari, ma ho creduto che già tanti avessero espresso questo sentimento. Mi limito, perciò, a pubblicare un commento postato sul sito gr-net  , in risposta ad un altro intervento. Nella risposta sotto riportata, chiedevo come mai, il nostro governo stesse a guardare passivamente e non avesse ancora convocato l’ambasciatore Indiano per ufficializzare la nostra protesta . Il giorno successivo, ieri, il tg dà la notizia della convocazione da parte del ministro degli esteri, dell’ambasciatore Indiano.  Preannuncio sensoriale ?


La risposta postata.

Non capisco quale sia l’ attinenza in merito alla vicenda dei marò, con Mussolini o Berlusconi, credo sia difficile capirlo, anche se un Mussolini  avrebbe sicuramente dato più importanza ad un'azione simile nei confronti dei nostri militari, che non il nostro Ministro della difesa. Questa, però, è un'altra storia.

Credo che qui non si voglia mettere in discussione l’importanza dell'india nello scacchiere internazionale come potenza in pieno sviluppo , che,  a dire il vero, poco importerebbe, ma il comportamento affine alle regole che disciplinano il Diritto Internazionale, quello che si vorrebbe applicare nei confronti dei militari Italiani , ma che,  altresì,  non si può applicare a discrezione dell’una o dell’altra parte. Nella controversia in atto, l’india , così facendo, non ha rispetto delle regole internazionali che vengono ignorate in palese violazione del “diritto internazionale, quindi, la domanda che ci dovremmo porre, è la seguente: ” come può uno Stato palesare l’applicazione del diritto se nello stesso tempo egli stesso lo viola? “ La petroliera si trovava in acque internazionali e L'india avrebbe dovuto riconoscere la giurisdizione Italiana. Non si possono arrestare dei militari Italiani, ed applicare il diritto a proprio piacimento , a seconda delle proprie ragioni. E' palese che siamo rappresentati da governanti deboli, perchè debole è il sentimento patriotico di noi Italiani, o meglio, di chi ci rappresenta. Siamo uomini spesso abbandonati a noi stessi. L'Italia avrebbe dovuto convocare l'ambasciatore Indiano e diffidarlo affinché il Governo Indiano rispettasse gli accordi Internazionali? Non dimentichiamo che sono stati tratti in arresto militari Italiani nell’espletamento delle loro funzioni, che rappresentano lo Stato italiano, non semplici cittadini. La responsabilità nell’azione incriminata passa quindi in secondo piano, poiché qui si parla di chi debba giudicare i nostri militari.

E' vero, non credo che avrebbero trattenuto militari inglesi, americani , russi,  etcc.. , in violazione degli accordi internazionali, senza alcuna ripercussione. Ma..,  ahimè, anche questa è un'altra storia.

La riflessione nasce sulla base delle notizie fornite dai media - con le dovute riserve - e non dalla conoscenza dei fatti. A questo punto , bisognerebbe chiedersi se la nave navigasse in acque internazionali, sulla base dei trattati intercorsi.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. marinai italiani

permalink | inviato da geronimo il 7/3/2012 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

2 marzo 2012

COOPERATIVA "ELLEUNO" - APPALTI - INTERPELLANZA

 

Riprendo il discorso sulle cooperative da me affrontato nei link sotto riportati, poiché è parso interessante l’articolo pubblicato il 1 marzo 2012 sull’ Unione Sarda, ove si affronta la problematica degli appalti e dei servizi affidati alle cooperative esterne. Nel quotidiano viene pubblicata l’interpellanza di alcuni consiglieri regionali presentata all’assessore alla Sanità della Regione Sardegna, Simona De francisci. Rimando qualsiasi riflessione alla mera lettura dell’articolo, che riporto integralmente. L’unica domanda che mi sono posto, nell’immediatezza, è la seguente:” come mai l’interpellanza è stata pubblicata sull’Unione Sarda e non anche sulla Nuova Sardegna?”.

http://geronimo.ilcannocchiale.it/post/2385463.html

Interpellanza in Consiglio Regionale - Così come riportata dall'Unione Sarda.

Elleuno e ASL, poca chiarezza nel contratto

Un contratto scaduto, un ampliamento dei servizi cha ha comportato un incremento dei costi per oltre tre milioni e mezzo. Niente male, per la cooperativa sociale Elleuno, che continua a prestare la sua attività con la compiacenza della ASL di Sassari. L’azienda sanitaria, infatti, non solo ha esteso il numero dei servizi alla Coop (che nel contratto originale non erano previsti) ma, a ogni scadenza, ha rinnovato l’accordo con puntuali proroghe.

L’INTERPELLANZA

“Una situazione non più tollerabile”, dice il consigliere regionale Luciano Uras. Che, per l’appunto, è il primo firmatario di una interpellanza (gli altri sono Carlo sechi, Adriano salis, Claudia Zuncheddu e Giannetto Mariani) all’assessore alla sanità Dimona De Francisci, chiedendo un impegno immediato per impedire che l’anomalia si perpetui all’infinito.

POCA TRASPARENZA

Nel documento, Uras fa riferimento anche alla scarsa trasparenza nell’assunzione del personale:”urgono soluzioni che impongano alle imprese aggiudicatici un reclutamento trasparente dei lavoratori e il rispetto della par condicio, attraverso la pubblicità dell’offerta di lavoro con specifici requisiti della candidature richieste”. Altro aspetto, certo non secondario, che sta creando qualche malumore di troppo nei tanti precari che aspettano inutilmente una richiesta dalla ASL. Chiamata che non potrà arrivare visto che Elleuno ha, di fatto, la delega per le assunzioni. La Coop, fanno notare i consiglieri, si ritrova attualmente a gestire un carico di circa 400 dipendenti.

MONOPOLIO

A preoccupare, tuttavia, si legge ancora nel documento, “è la sistematicità con la quale la Asl ha provveduto a rinnovare ed estendere i contratti a favore della elleuno, una palese violazione delle regole perché va a ledere, inevitabilmente, i principi di concorrenza”. La coop, in pratica, “si ritrova oggi in una posizione monopolistica nell’ambito dell’offerta di lavoro nel settore dei servizi ospedalieri. (v.f.)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cooperative sociali

permalink | inviato da geronimo il 2/3/2012 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

15 febbraio 2012

ANNUNCI ESCORT SU SITI WEB - NON E' REATO

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 4443/2012,   ha affermato che non costituisce reato inserire sul proprio sito annunci pubblicitari riguardanti le escort. L'imputato è stato pertanto ritenuto non colpevole in Cassazione sebbene fosse stato condannato dal Tribunalee dalla corte d'appello.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. annunci escort

permalink | inviato da geronimo il 15/2/2012 alle 14:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 novembre 2011

SPRECHI E RUBERIE

Il 9 ottobre 2006, il Sole 24 Ore, scriveva sui lauti guadagni dei vertici delle forze Armate e Polizia. Confermando che l’allora Governo del Cavaliere, decideva un “maxi-aumento in gran segreto da Berlusconi alla fine del suo governo”. “Poco prima delle ultime elezioni il governo Berlusconi – scriveva Marco Ludovico – come riconoscimento per i successi nella lotta al terrorismo, decide di aumentare la speciale indennità che fa parte della retribuzione del prefetto Gianni De Gennaro, portandola da 9 mila a 19 mila euro (lordi) mensili”. L’aumento veniva esteso ai massimi vertici militari e alle figure equiparate dalle norme, come il capo della Forestale.
Ma non finisce qui. Il capo della Polizia, in base alla legge, ottiene un secondo aumento, dello stesso importo, poiché gli spetta anche l’indennità di Direttore generale della Pubblica sicurezza: il decreto Berlusconi in questo caso porta la data del 6 aprile. Risultato finale: le retribuzioni dei responsabili della sicurezza nazionale raggiungono livelli impensabili, in qualche caso inimmaginabili nello Stato. Si passa ”dai 650 mila euro di DeGennaro ai 380 mila euro dei capi di Stato maggiore”.
Le Maserati, i grandi guadagni e compensi, il destino degli immobili abbandonati delle Forze Armate, i privilegi, per arrivare agli “scandali” verie propri, tra cui sprechi e inefficienze clamorose abbondano. Ora, si parla ditagli e sacrifici. Anche questa volta partiranno dal basso? Così, mancano i più elementari oggetti per le pratiche burocratiche come fogli, penne e stampanti oppure i semplici, ma vitali, servizi per il cittadino. In questo paese, possono mancare fotocopiatrici, penne, carta, anche il cibo, ma che nessuno si azzardi a toccare i privilegi dei vertici, al di là di quelli politici.

________________

..alla prossima!

pierino la peste

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sprechi e ruberie

permalink | inviato da geronimo il 19/11/2011 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 novembre 2011

GENERALE DEI CARABINIERI "GANZER" - RIFLESSIONI

..sul sito de "il sole24ore" leggo:


Il Generale con la g minuscola Giampaolo Ganzer «non si è fatto scrupolo di accordarsi» con «pericolosissimi trafficanti» per raggiungere «gli obiettivi ai quali è spinto dalla sua smisurata ambizione». La sete di carriera avrebbe quindi reso l'attuale comandante del Raggruppamento operativo speciale dei carabinieri (Ros) capace «di commettere anche gravissimi reati». Usano queste parole i giudici di Milano nelle motivazioni della condanna a 14 anni inflitta lo scorso 12 luglio al comandante del Ros nel processo per presunte irregolarità nelle operazioni antidroga.

 

Impunità a pericolosissimi trafficanti

Secondo i giudici dell'ottava sezione penale diMilano, presieduta da Luigi Caiazzo, il generale (definito dalla «preoccupante personalità») «non ha minimamente esitato (...) a dar corso» ad operazioni antidroga «basate su un metodo di lavoro assolutamente contrario alla legge,ripromettendosi dalle stesse risultati d'immagine straordinari per se stesso e per il suo Reparto». Ganzer, sempre stando alle motivazioni di oltre 1.100 pagine, «non si è fatto scrupolo di accordarsi (...) con pericolosissimi trafficanti, ai quali ha dato la possibilità di vendere in Italia decine di chili di sostanze stupefacenti e ha loro garantito l'assoluta impunità». Il comandante dei Ros inoltre «ha tradito, per interesse personale, tutti i suoi doveri, e fra gli altri quello di rispettare e far rispettare le leggi dello Stato».
I giudici, il 12 luglio scorso, oltre a Ganzer, avevano condannato altre 13 persone - a pene variabili dai 18 anni in giù - tra cui anche il generale Mauro Obinu e altri ex sottufficiali dell'Arma. L'accusa aveva chiesto per Ganzer 27 anni di carcere, ma i giudici lo avevano assolto dall'accusa contestata dalla Procura di associazione per delinquere e lo avevano condannato per episodi singoli di traffico internazionale di stupefacenti.

Nel motivare la mancata concessione a Ganzer delle attenuanti generiche, il collegio scrive che le stesse attenuanti non possono essere riconosciute «non solo per l'estrema gravità dei fatti, avendo consentito che numerosi trafficanti (...) fossero messi in condizioni di vendere la droga in Italia con la collaborazione dei militari e intascarne i proventi, con la garanzia dell'assoluta impunità, ma anche per la preoccupante personalità dell'imputato, capace di commettere anche gravissimi reati».

........parliamo, naturalmente, del 2010.


Poi, apro il sito http://www.quirinale.it vado ad "onorificenze" e voilà, il signor Ganzer Giampaolo risulta insignito:

-27.12.1993 "Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana";

-27.12.1999 "Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana".

Leggo ancora, sempre sul sito, che:

Salve le disposizioni della legge penale, incorre nella perdita dell'onorificenza l'insignito che se ne renda indegno. La revoca è pronunciata con Decreto del Presidente della Repubblica,su proposta motivata del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio dell'Ordine.

 ...quindi,ergo, il Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio dell'Ordine, dovrebbe..........;

...e se è vero che l'alto Ufficiale è tuttora in servizio, quest'ultimo è un'altro problema, senz'altro meno grave delle due Onorificenze.

Alla prossima.....

Pierino la peste


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ganzer

permalink | inviato da geronimo il 19/11/2011 alle 11:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 ottobre 2011

MASERATI PER LO STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO

Ebbene,pare che la prassi di predicare bene e razzolare male sia incancrenita nel nostro sistema. Giusto per risparmiare e non incidere sulla spesa pubblica, i vertici della Difesa hanno acquistato un nuovo parco macchine di Maserati per lo Stato Maggiore dell’Esercito.  La crisi sta incidendo ormai in ogni comparto della Difesa e qualsivoglia asse pubblico, ma chi sta in alto è sempre lontano dal capire l’aria che tira in basso. Spero che  non se ne accorgano quando è troppo tardi per porvi rimedio.

 

 




permalink | inviato da geronimo il 25/10/2011 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 ottobre 2011

INDIGNATI - NOI CITTADINI E FORZE DI POLIZIA.



               USA                         SPAGNA                                         ITALIA
                                        
Ricevo la seguente  e.mail, così come letteralmente postata. Si dice a volte che la verità sta nel mezzo, ma io non vedo più il mezzo; vorrei che ci fosse meno ipocrisia in un'Italia ormai allo sbando  e si stesse per una volta dalla parte della verità. 

Stamattina, ho letto su "Il Messaggero" il sotto riportato articolo

"A 50 anni è difficile fare il poliziotto. Soprattutto se si è chiamati a fronteggiare dei giovani di 20-30 anni" E' quanto ci dice un agente che ha partecipato agli scontri mentre si deterge ancora il sudore dalla fronte."Io ho 47 anni - racconta - e sono il più giovane della mia squadra".

Quanti eravate nella squadra?  In dieci,tutti tra i 53 e i 54 anni. A parte me.

E' stata una scelta quella di mettere dei poliziotti a fronteggiare i ragazzi?
Macché scelta. Per questa manifestazione si è raschiato il fondo dal barile.Tutto quello che era disponibile è stato rimesso in campo. Che vuole, il materiale umano è quello che è.

Però, forse i poliziotti esperti hanno i nervi più saldi. O no?  Sì, sì. Hanno i nervi saldi ma la prestanza fisica non c'è. Quando la mia squadra è dovuta andare in via Magna Grecia a dar man forte ai colleghi che erano stati attaccati, dopo cento metri, di corsa sono rimasto da solo. Gli altri avevano tutti la lingua di fuori e hanno rallentato.Sà, correre con lo scudo e magari lanciare lacrimogeni non è facile. Farlo poi per 5-6 ore di seguito è ancora più difficile.

Roba per agenti giovani dunque? Sì. I facinorosi seguivano tattiche da guerriglia, tipo mordi e fuggi. Solo che loro fuggivano e noi non ce la facevamo a rincorrerli. La mia squadra è riuscita a fermarne solo uno.

Morale?
Morale la Polizia ha fatto il suo dovere come sempre. Ma fino a 15 anni fa si andava in pensione a 50 anni, oggi non più. E serve il ricambio generazionale.

Ecco, quest'ultima risposta coglie in pieno la reale situazione delle forze di Polizia. 

Avete per caso visto qualche Colonnello dei Carabinieri in tuta mimetica o,peggio, in divisa, a fare servizio di O.P. in mezzo alla guerriglia? O peggio,avete visto uno di quei 70 e passa Generali dei Carabinieri in servizio nella Capitale a dirigere il servizio?   Sarei curioso di leggere qualche testimonianza di chi ha espletato ieri a Roma il servizio di ordine pubblico, felice di essere smentito circa la presenza di alti ufficiali (Dirigenti) impiegati in ordine pubblico.
Eppure, quando succedono fatti di cronaca nera, sono i primi ad accorrere sul posto per farsi riprendere dagli organi di stampa.

La mia piena solidarietà a tutti gli appartenenti alle varie Forze di Polizia, nessuna esclusa, impiegata nel servizio.

concordo

Firmato Pierino la peste

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. indignati

permalink | inviato da geronimo il 16/10/2011 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 agosto 2011

TICKET PER I CITTADINI E BENEFICI PER I GOVERNANTI.

       

Pubblico la notizia così come ricevuta da un amico.

La Camera ha pubblicato per la prima volta i costi "al dettaglio" della sanità integrativa a beneficio dei deputati. Una serie di prestazioni a favore degli onorevoli che costano alle casse dello Stato circa 30.000 euro al giorno e quasi 850.000 euro al mese. Nel 2010, per esempio, per sostenere le spese degli interventi medici a favore dei membri di Montecitorio, dei loro parenti e degli ex deputati, le casse pubbliche hanno sborsato oltre 10 milioni di euro (10.117.000 euro). Lo stesso vale per i membri di Palazzo Madama, i loro familiari e gli ex senatori.

Il sistema sanitario integrativo di cui beneficiano gli onorevoli del Bel paese si chiama Asi, (Assistenza sanitaria integrativa). Entrando nel dettaglio dei beneficiari di Montecitorio, i questori della Camera hanno rilevato che a goderne sono, oltre ai 630 deputati, anche 1.109 loro familiari, 1.329 titolari di assegni vitalizi (e 1.388 loro familiari), 484 titolari di assegno vitalizio di reversibilità (e 25 loro familiari), 217 deputati che sono in attesa di vitalizio diretto (nonché 386 loro familiari), 2 giudici emeriti della Consulta (e 2 loro familiari), 2 parenti dei giudici della Corte Costituzionale titolari di reversibilità. In tutto, fanno 5.574 privilegiati.

Quali sono i disturbi per cui è possibile ricorrere a questo fondo integrativo? Tantissimi, anche (e soprattutto) quelli meno gravi. Per esempio, il 30 per cento dell'intero fondo è stato destinato a cure odontoiatriche: 3 milioni e 92 mila euro. Per avere denti sani e sorrisi smaglianti, ogni nucleo familiare ha a disposizione una somma di 23.240 euro per 5 anni. Tra le voci di spesa c'è anche quello per le psicoterapie. I parlamentari più ansiosi e fragili hanno fatto spendere allo Stato 204.000 euro per strizzacervelli e psicologi, pari al 2% del budget a disposizione. Per "ricoveri e interventi" di varia natura, la Camera ha cacciato dalle proprie tasche (e quindi, da quelle dei contribuenti) ben 3 milioni e 173 mila euro.

e a noi hanno introdotto il ticket.......................

Cosa aspettiamo a prendere a calci nel culo questo sistema?

 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tiket e benefici per i governanti

permalink | inviato da geronimo il 18/8/2011 alle 14:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 luglio 2011

PITELLI - DANNI COLLATERALI

Viene allegata all'email di questo blog un articolo apparso sul “Manifesto” che disquisisce sulla sentenza emessa dal Tribunale della Spezia in relazione ai danni causati alle persone a seguito di un'incontrollata gestione della discarica insistente a Pitelli. Dopo anni di accertamenti la corte è addivenuta all'assoluzione di tutti gli imputati. La ricostruzione investigativa effettuata dal corpo forestale a cui le indagini furono delegate, riuscì a ridisegnare il complesso delle operazioni effettuate dai mittenti delle scorie tossico nocive ed a identificare l'artefice del sistema della gestione dei rifiuti. Sembra di rivedere i lunghi processi ove le personalità dello Stato, uomini d'affari, politici e/o ambienti militari, si trovano coinvolti, ove tutti sono colpevoli ma nessuno lo è. La giustizia non giusta. Non voglio ritornare sulle perplessità di alcune sentenze assorte dai tecnicismi giuridici e la loro capacità interpretativa, che viaggia spesso parallelamente a ciò che non attiene strettamente a ciò che è giusto. Ognuno potrà declinare il proprio pensiero sulla nostra giustizia e com'è facile non individuare alcun responsabile innanzi ai danni che, sovente, ingiustamente, come cittadini, subiamo. Inserisco di seguito l'indirizzo del blog che ha postato l'argomento.

http://laspeziaoggi.splinder.com/post/24790854/lo-scandalo-di-pitelli-finisce-sul-manifesto



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pitelli

permalink | inviato da geronimo il 26/7/2011 alle 7:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 giugno 2011

PAOLO FERRARO - MILITARI E MASSONERIA

 

Inserisco l'articolo tratto dal sito www.statoquotidiano.it relativo alla sospensione del magistrato Dott. Paolo Ferraro , declinando possibili commenti sulla vicenda, tutta da decifrare.


Roma – IL Consiglio Superiore della Magistratura giovedì scorso ha deliberato di collocare in aspettativa per infermità, per quattro mesi, il Pubblico Ministero di Roma Paolo Ferraro. Condividi4


Il provvedimento è stato adottato con una procedura d’urgenza, motivata dalla asserita gravità ed attualità dell’ inidoneità del magistrato «ad adempiere convenientemente ed efficacemente ai doveri del proprio ufficio». Il provvedimento del CSM prende le mosse dalle denunce presentate dal dottor Ferraro circa l’esistenza di «una setta satanica massonica esistente in ambito militare» che, secondo la sua prospettazione, potrebbe avere connessioni anche con i fatti di Ascoli Piceno, concernenti l’assassinio di Melania Rea. Il magistrato ha annunciato che, unitamente ai suoi legali, rivelerà dati, fatti, vicende patite nonché l’anomalia del procedimento cui è sottoposto in una conferenza stampa che si terrà lunedì 20 giugno, alle ore 16,00, presso lo studio dell’avvocato Giorgio Carta a Roma.

Contro detto provvedimento, avente efficacia immediata, i legali del dottor Ferraro, Mauro Cecchetti e Giorgio Carta, hanno annunciato un ricorso al TAR Lazio, che sarà presentato nei primi giorni della prossima settimana. «Il procedimento cautelare seguito dal CSM – riferiscono gli avvocati del magistrato – risulta non solo costellato di violazioni delle garanzie difensive, ma addirittura atipico, perché non previsto da alcuna norma, nonché arbitrario, atteso che non risulta fondato su alcuna perizia medica, se non una risalente al 2008 che, peraltro, attestava l’idoneità allo “svolgimento di attività professionali anche complesse”. Il CSM, poi, ha stranamente ritenuto ininfluenti le numerose perizie mediche di parte del 2011 – attestanti la specifica idoneità ed anzi qualità intellettuale del magistrato – ed ha ignorato una denuncia analitica e argomentata depositata in atti, che evidenzia fatti gravissimi a suo danno patiti dal 2009 in poi. In definitiva, il CSM ha fondato il provvedimento cautelare sulle dichiarazioni di alcuni colleghi della procura di Roma, con i quali il nostro assistito è notoriamente in contrasto proprio per effetto delle sue denunce».

Redazione Stato - 18/6/2011




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. massoneria

permalink | inviato da geronimo il 25/6/2011 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 giugno 2011

NOTAIO SANZIONATO DISCIPLINARMENTE

La Corte di Cassazione ha rimarcato, con sentenza di legittimità, che la condotta illecita di un notaio, consistita nell’ aver trattenuto indebitamente documenti e denaro appartenente a terzi, aveva integrato una compromissione del decoro e del prestigio della classe notarile (Cass. civ., sent. 27 maggio 2011, n.11791). L' illegalismo di questo comportamento, tenuto in un una piccola comunità, acquisisce una maggiore carica offensivista in considerazione dell’eco negativo che riceve in un piccolo centro,ove è ridotto  il numero degli abitanti e più alte sono le probabilità che si conoscano gli uni con gli altri.

Per la Cassazione, il luogo di consumazione dell’illecito disciplinare commesso dal professionista è rilevante ai fini della sanzione che può diventare più grave in provincia rispetto alla grande città, ove il riverbero è senz'altro meno acuto.

Ciò ha indotto la Corte a respingere il ricorso e a confermare la sanzione disciplinare della sospensione di un anno dalla professione irrogata nei confronti del notaio istante.

Aggiungo che, a mio avviso, essendo il notaio un pubblico ufficiale, avrebbe dovuto risponderne penalmente; ma questa, atteso che è un notaio e non un impiegato, è un'altra storia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. notaio

permalink | inviato da geronimo il 2/6/2011 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 maggio 2011

BLOGER CONDANNATO PER NON AVER REGISTRATO IL BLOG PRESSO IL TRIBUNALE

La Corte d'Appello di Catania, sezione penale, ha condannato lo storico e saggista Carlo Ruta a pagare un'ammenda di 150 euro per le informazioni diffuse nel suo blog "Accade in Sicilia", che è attualmente oscurato. I giudici di appello asseriscono che il professore siciliano avrebbe dovuto registrare il suo blog d'informazione presso il tribunale competente, come si fa per chi edita una rivista cartacea.

La condanna emessa per il reato previsto dall' art. 16  dalla legge n. 47 dell'8 febbraio 1948, è stata confermata in appello  dopo  la sentenza di primo grado pronunciata  nel 2008 dal Tribunale di Modica.

Ll'avvocato Giuseppe Arnone, legale   del professore commenta che il reato di stampa clandestina avrebbe avuto senso qualora vi fosse stato il problema di individuare il responsabile di chi scrive, per evitare possibili diffamazioni o paritetiche situazioni delittuose, cosa che nel blog non è verosimile che accada, atteso che il creatore del blog è sempre rintracciabile.

La vicenda del blog "Accade in Sicilia" e si è in attesa della decisione della Corte di Cassazione  che dovrà dire l'ultima parola sul caso.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bloger

permalink | inviato da geronimo il 30/5/2011 alle 22:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 maggio 2011

EDILIZIA - PARZIALE DIFFORMITA' E SILENZIO ASSENSO

Il D.L. 70/2011 , inserendo il comma 2 ter all’art. 34 del D.P. R.380/2001, Testo unico edilizia, dispone che si esclude la presenza di parziale difformità del titolo abilitativo in presenza di violazioni di altezza, distacchi, cubatura o superficie coperta che non eccedano per singola unità immobiliare il 2% delle misure progettuali.

Con questa norma si ha la certezza di conoscere la possibile valutazione concreta operata dal diritto positivo con riferimento alle azioni e situazioni compiute, senza lasciare alla pubblica amministrazione il potere discrezionale della definizione di parziale difformità. Il legislatore regionale non potrà disattendere la soglia del 2% perché, diversamente, finirebbe per introdurre nel sistema giuridico una fattispecie di abuso edilizio che il legislatore nazionale ha volutamente inteso escludere.

Nelle disposizioni normative è stato inserito il silenzio assenso per il rilascio del permesso di costruire. Il  titolo abilitativo emesso dal comune potrà ora essere ottenuto automaticamente con la regola del silenzio-assenso. Ovviamente ciò è possibile nei casi in cui non sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. edilizia

permalink | inviato da geronimo il 24/5/2011 alle 1:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 settembre 2010

IL SITO WEB "NORMEINRETE" NON E' PIU' DISPONIBILE

Se si cerca di usare il sito  www.normeinrete.it  vi apparirà la la schermata sotto riportata. E' stato pertanto chiesto a "LineaAmica" i motivi della chiusura del servizio o se, eventualmente, lo stesso fosse stato sostituito con un altro sito e/o diverso indirizzo.





Ministero della Giustizia

Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi

Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati

Il portale NORME IN RETE non è più disponibile.


La risposta di "Lineaamica" è stata  la seguente:

Gent.le sig. Geronimo, La informiamo che e' in corso il progetto "Normattiva", una Banca Dati testuale in cui sono memorizzati tutti gli atti normativi numerati pubblicati in Gazzetta Ufficiale dal 1946 ad oggi. Per ulteriori informazioni e dettagli il sito web e':
://www.normattiva.it .  Normattiva consente di ricercare gli atti attraverso diverse modalita': estremi dell'atto: giorno, mese, anno, numero; tipo di atto: legge, decreto legislativo, decreto legge, ecc; parole nel titolo; parole nel testo; periodo di pubblicazione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. normattiva

permalink | inviato da geronimo il 21/9/2010 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 agosto 2010

OMS - INFLUENZA "A" CONFLITTI DI INTERESSE

  

Tutto il mondo è paese!? Chissà.., forse si forse no, ma questa volta ad avere dei conflitti di interesse nella pandemia dell'influenza “A” è l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha rotto finalmente il silenzio e rende pubblici i nomi dei 16 esperti del comitato d'emergenza che affiancava la direttrice Margaret Chan. Nomi che sarebbero dovuti essere pubblici dal momento della nomina, ma evidentemente la chiarezza non era dovuta, specialmente quando sei di questi hanno conflitti di interesse. Tre di loro lavorano in laboratori Statali che hanno ricevuto fondi da aziende farmaceutiche. In una situazione delicata invece possono essere i nomi di Neil Morris Ferguson, dell'Imperial College di Londra, consulente della Roche e della Gsk; Arnold Monto dellUniversità del Michigan, consulente sull'influenza per Gsk, Novertis, Roche, Baxter e Sanofi. Come dire, l'influenza Italiana (interessi privati nelle strutture pubbliche) sta contagiando tutto il Mondo.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. influenza "A"

permalink | inviato da geronimo il 21/8/2010 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 luglio 2010

RADIO VATICANA

 

 
     tralicci di radio vaticana

Il Gip del Tribunale di Roma, Zaira Secchi, dispose nel 2005 un accertamento tecnico d’ufficio per accertare il rischio dell’emissione di elettrosmog della potente radio vaticana, atteso l’elevato rischio di malattia per leucemia e linfomi nei bambini che abitano nei pressi delle antenne di Maritele. L’indagine prospettava un’inchiesta per omicidio colposo, nella quale erano indagate 6 persone. La perizia effettuta dal professor Andrea Micheli, sviluppatasi in 300 pagine, che riguardava l’incidenza della mortalità da leucemia nelle zone di Cesano e La Storta, giungeva alla seguente conclusione:” Le condizioni di prova richieste, relative alle emissioni di elettrosmog, si sono verificate. I rischi di esposizione comprendevano una fascia di esposizione tra i 5 e 9 chilometri dall’emittente. Per almeno 10 anni, donne , uomini e bambini sono stati esposti al rischio di morte per tumori emolinfopoietici”. In conclusione, lo studio afferma che vi sia un’associazione importante tra l’esposizione residenziale e l’eccesso di rischio di morte per leucemia, i più esposti ovviamente sono i bambini. Ricordo gli eventi summenzionati, ma ciò che resta, oltre le morti, e la consapevolezza che la chiesa, innanzi alla sola ipotesi di un possibile danno arreccabile alle persone, abbia voluto persistere nella volonta di proseguire per la propria strada, senza curarsi del  danno creato. Forza della divulgazione e tutela della immagine? Non si sa, sappiamo che chi è morto potrà avere la benedizione della chiesa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. radio vaticana

permalink | inviato da geronimo il 27/7/2010 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

28 marzo 2010

DURC - COMMERCIO

Nota INAIL 18/3/2010 n. 2530
Durc e commercio su aree pubbliche ex art. 2, legge n. 191/2009 - Chiarimenti

Si fa seguito alla nota 13 ottobre 2009, n. 9213 della Scrivente per informare che l’articolo 2, comma 12, della legge n. 191/2009 [1] ha modificato le disposizioni precedentemente introdotte dall’articolo 11-bis della legge n. 102/2009 [2] in ordine al possesso del DURC in caso di esercizio di attività commerciale su aree pubbliche.                                 A seguito di tale modifica normativa, il Ministero dello Sviluppo Economico, con l’allegata nota 4 febbraio 2010, n. 4860, ha chiarito che il possesso del DURC come presupposto dell’autorizzazione all’attività di commercio su aree pubbliche deve essere previsto dalla legislazione regionale nell’esercizio della propria potestà normativa in materia di disciplina delle attività economiche e che, pertanto, in mancanza di specifiche disposizioni regionali, deve ritenersi privo di efficacia l’art. 11-bis della L. n. 102/2009.    Il Ministero, inoltre, ha illustrato le principali novità sul tema introdotte dalla Finanziaria 2010 ed in particolare ha chiarito che: - ciascuna Regione può stabilire specifiche modalità attraverso le quali i Comuni sono chiamati a verificare il possesso del DURC per l’esercizio dell’attività;

- il DURC per l’autorizzazione all’esercizio dell’attività, che è stato previsto anche in capo alle imprese individuali [3], viene rilasciato dall’Inps;                                                                                                                                                                      - in caso di mancata presentazione del DURC, l’autorizzazione è sospesa per un periodo di sei mesi, ma tale sanzione si applica solo nel caso in cui l’obbligo di presentazione del DURC sia espressamente previsto dalla normativa regionale.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. durc

permalink | inviato da geronimo il 28/3/2010 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 luglio 2009

POSTE

Caro Poste. Costo raccomandata: aumenti del 18% e del 37%
Da oggi aumenta la tariffa delle lettere raccomandate e assicurate per il pubblico ''normale''. Il decreto e' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 29 giugno. Il ritocco non riguarda le raccomandate per le procedure amministrative e giudiziarie, ne' la clientela professionale ed aziendale, ma solo il pubblico indistinto: fino a 20 grammi spedita nel paese passa da 2,80 a 3,30 euro (piu' 18%); per il peso fino a 50 grammi si passa da 3,20 a 4,40 euro (piu' 37,5%).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. posta

permalink | inviato da geronimo il 1/7/2009 alle 8:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 luglio 2009

BANCA D'ITALIA - ARBITRATO

TRATTO DA ADUC NEWS

Banca d'Italia approva l'Abf, il nuovo arbitro per le liti tra istituti di credito e clientela
Nuove disposizioni Bankitalia in materia sul risoluzione stragiudiziale delle controversie, relative a operazioni e servizi bancari e finanziari che possono insorgere con la clientela.
Il nuovo sistema, si legge in una nota di via Nazionale, 'e' disegnato per permettere ai clienti delle banche e degli intermediari finanziari di ottenere - in modo semplice, rapido e poco costoso - una decisione imparziale su reclami che non abbiano trovato soluzione nell' interlocuzione diretta con l' intermediario. L'Abf (Arbitro bancario finanziario) sara' giudicato in tre collegi giudicanti con sede a Milano, Roma e Napoli; i clienti delle banche potranno rivolgersi a tutte le filiali della Banca d' Italia aperte al pubblico sia per ottenere informazioni sia per presentare i ricorsi.
Ciascuno dei tre collegi giudicanti, afferma la nota, sara' costituito da cinque componenti nominati dalla Banca d'Italia, due dei quali designati da associazioni degli intermediari e dei clienti. Tutti i componenti risponderanno a requisiti di esperienza e imparzialita'; assicureranno un impegno attivo e costante in seno al collegio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. banca

permalink | inviato da geronimo il 1/7/2009 alle 8:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

1 luglio 2009

CLASS ACTION CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

TRATTO DA ADUC NEWS

Consiglio di Stato: parere favorevole alla class action contro la Pubblica amministrazione
Il Consiglio di Stato ha dato parere favorevole allo schema di decreto legislativo 'Brunetta' che introdurrebbe la possibilita' per i cittadini attivare una class action contro la Pubblica amministrazione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. action

permalink | inviato da geronimo il 1/7/2009 alle 7:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

1 luglio 2009

MUTUI - AUTOCERTIFICAZIONE

TRATTO DA ADUC NEWS

Agevolazione mutui: autocertificazione per tutti
Le banche dovranno comunicare a tutti i mutuatari che per fruire delle agevolazioni governative sui mutui prima casa, potranno utilizzare un modulo di autocertificazione. Lo prevede una circolare dell'Abi. L'agevolazione riguarda i mutuatari che hanno acceso un mutuo a tasso variabile prima del 31 ottobre 2008 e prevede un tetto massimo del 4% agli interessi.
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/schedapratica/sche_mostra.php?Scheda=242529


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. banca

permalink | inviato da geronimo il 1/7/2009 alle 7:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 giugno 2009

ASSICURAZIONE RC

Nasce il Preventivatore Unico RC auto. Lo ha annunciato il presidente dell'Isvap, Giancarlo Giannini, nel corso della sua relazione annuale sull'attivita' dell'Istituto. Il Preventivatore e' uno strumento online che permettera' di ricevere e confrontare i preventivi ordinati per convenienza economica e vincolanti per 60 giorni, delle 65 compagnie che operano in Italia, semplicemente navigando sui siti dell'Isvap e del ministero dello Sviluppo economico. "Il consumatore ha una panoramica vasta dell'offerta disponibile sul mercato e puo' scegliere con una consapevolezza decisamente maggiore che nel passato - spiega Giannini -. Da cio' trarranno beneficio la mobilita' degli utenti, la trasparenza, la concorrenza e in prospettiva i prezzi. All'introduzione di questo strumento innovativo e unico per le sue caratteristiche nel panorama europeo dei comparatori di tariffe, deve corrispondere da parte delle compagnie, nel loro stesso interesse, il massimo sforzo per corrispondere alla sfida". Il sistema e' molto semplice da utilizzare: l'utente deve rispondere a una serie di quesiti riguardanti la sua posizione assicurativa e sul veicolo, e attendere i preventivi delle imprese direttamente nella sua casella di posta elettronica.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. assicurazione

permalink | inviato da geronimo il 20/6/2009 alle 14:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

20 giugno 2009

LA GIUSTIZIA LUMACA


La relazione sullo stato della giustizia amministrativa (dati 2007), presentata dal Governo in Parlamento pochgi giorni fa, evidenzia un arretrato complessivo di oltre 700 mila ricorsi tra quelli giacenti presso i Tar e quelli presso il Consiglio di Stato.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giustizia

permalink | inviato da geronimo il 20/6/2009 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

18 giugno 2009

FARSI RACCOMANDARE

Un italiano su quattro si fa raccomandare a dimostrazione che bisognerebbe cambiare la nostra cultura  o modificarne il DNA. Cosi' una ricerca del Censis. Il 27% lo fa nei centri piu' piccoli, dove la conoscenza diretta di politici e funzionari favorisce le logiche clientelari. Il 6,1% per motivi sanitari, il 5,2% per trovare un lavoro a figlio o a parente, 4,4% per favori in ufficio, 3,5% per accelerare la pratica della pensione e 3,2% per iscrivere un figlio a scuola.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. raccomandazione

permalink | inviato da geronimo il 18/6/2009 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

17 giugno 2009

CORTE EUROPEA E I DIRITTI DELL'UOMO

 

Seimila italiani attendono che la Corte europea dei diritti umani si pronunci sui ricorsi contro l'Italia. Al 20 aprile 2009, dei 6.109 ricorsi pendenti davanti alla Corte, piu' della meta' -3.500- riguarda cittadini il cui processo e' durato ogni ragionevole limite. Oppure chi avvalendosi della legge Pinto -risarcimento per processi lumaca- si e' visto attribuire dalle giurisdizioni un indennizzo inferiore a quello preteso sulla base dei precedenti della Corte europea.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. europa

permalink | inviato da geronimo il 17/6/2009 alle 20:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

12 giugno 2009

NON PROMETTETE IL MATRIMONIO

E’ reato di truffa

Con la Sentenza n. 23857/2009, la Corte di Cassazione ha confermato la condanna, alla pena di giustizia, inflitta a un uomo, il quale dichiarava a una donna l’intento di voler iniziare una relazione sentimentale che doveva condurre al matrimonio con la stessa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. matrimonio

permalink | inviato da geronimo il 12/6/2009 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno