.
Annunci online

 
GERONIMO 
PENSIERI E SERVIZI
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  FORUM
forum dei militari
--------oooo0oooo--------
BLOG
http://blog.solignani.it/
worldtv.com/geronimo/
http://it.youtube.com/goast2004
http://www.myspace.com/Antonio
Beppe Grillo
--------oooo0oooo--------
MISTERI ITALIANI
tibereide
Paolo Franceschetti
disinformazione
misteri d'Italia
agente segreto g.71
Fabio piselli
--------oooo0oooo--------
SITI ISTITUZIONALI
senato
camera dei deputati
consiglio dei ministri
ministero affari esteri
ministero dell'interno
ministero dei trasporti
ministero grazia e giustizia
ministero della salute
ministero della difesa
ministero del tesoro
ministero dello sviluppo economico
ministero delle finanze
ministero del lavoro, salute, politiche sociali
minstero dell'ambiente
ministero dei beni culturali
ministero della pubblica istruzione
ministero politiche agricole
Ministero per il commercio estero
Ministero dell'Università e delle ricerche
Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione
istituo poligrafico dello Stato
istituto superiore sanità
a.i.p.a.
c.n.r.
istat
consiglio di Stato
--------oooo0oooo--------
GIORNALI
ansa
effedieffe
il sole 24 ore
il giornale
il sardegna
zeusnews
il foglio
la Stampa
il riformista
  cerca

  In classifica

classifica

 


 

 

 

 

   

Utilità ed accessori

Ricerca codici C.A.P.
Autocertificazioni on-line
Caselle E-Mail gratis
La Patente a Punti
Calendario perpetuo
Ora esatta e Fusi orario
Prefissi Italiani  » Esteri

Calcolatrice»

Scientifica

Strumenti Economici e   Fiscali

Calcolo Codice Fiscale
Converti le Valute
Rate Mutuo e Prestiti

Calcolo Interessi Legali

Salute e Benessere

Le Diete gratuite
Valutazione del Peso
Calorie degli Alimenti
Piramide Alimentare
Composizione Alimenti
Calorie  » Nello Sport

Frutta di Stagione»Verdura

Strumenti Curiosità e Svago

Quoziente Intellettivo
Affinità di Coppia»Astrale
Esistenza precedente
Lettura della Mano
Calcolo dei Bioritmi
Num. Lotto»Num. Fortunato
 

    Strumenti utili

Traduci on-line
Parole scrittura
anonimi in internet
sms gratis
Software per PC
Quotidiani lettura
 

 


 

 

ENTI  GOVERNATIVI E  PREVIDENZIALI



Homepage

 

 

 A.N.A.V.A.F.A.F.

ASS. NAZ. ITALIANA ASSISTENZA VITTIME ARRUOLATE NELLE FORZE ARMATE E FAMIGLIE DEI CADUTI

Responsabile locale

Avv. Antonio Siffu 

 

  

SUL FILO DEL DIRITTO

 Normattiva Il portale della legge vigente

logo del sito

HandyLex.org

Kataweb, Soluzioni quotidiane

dalla tua parte

 

 M O D U L I


 PATENTE  


AmbienteDiritto.it


 

 

 

ASSOCIAZIONI DIFESA DEI CITTADINI

 

DANNO MEDICO 

 

CINOFILIA addestramento ed educazione comportamentale

Pitbull

 

meinstaff Siria

 

 

 

 Registra il tuo sito nei motori di ricerca 

 

 

  

 


 

Diario | news | sicurezza | Cani | politica | sport | musica | annunci | diritto e diritti | Sanità e salute | curiosità | segnalazioni | Computer e internet | militarpolice | lavoro | L'automobilista | Commercio e P.S. | ELENCO ALFABETICO POST |
 
Diario
1visite.

26 aprile 2008

ASSICURAZIONI - CLASSE DI MERITO- DECRETO BERSANI

 

Inserisco uno stralcio di norma del “Decreto Bersani”, che prende in esame un articolo riguardante le assicurazioni r.c. e la possibilità che il Decreto fornisce per garantire agevolazioni a favore del cittadino, nella fattispecie, la possibilità di utilizzare la classe di merito più favorevole qualora in famiglia venga acquistato un altro veicolo. Pare però che molte assicurazioni adducendo motivazioni diversificate cerchino di superare la norma dettata dal Decreto Bersani senza che a tutt’oggi, risultino provvedimenti a carico delle assicurazioni che omettono l’applicazione della legge.

 

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 31 gennaio 2007, n.7 Testo del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 26 del 1° febbraio 2007), coordinato con la legge di conversione 2 aprile 2007, n. 40 .

2. All'articolo 134 del codice delle assicurazioni private di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:

«4-bis. L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato.

 

21 aprile 2008

LA RESPONSABILITA' DEL MEDICO

Spesso ci si chiede quando le responsabilità personali, anche nel campo della medicina, possano essere acclarate chiaramente e non condizionate dai poteri forti delle corporazioni da far ritenere che si possa dire tutto e il contrario di tutto. L’associazione dei consumatori “Unione Nazionale Consumatori” ha pubblicato una nota esplicativa che può chiarire le idee sulle attuali possibilità.

 

Basti riflettere sull'onere della prova che, nella responsabilità contrattuale, insiste di fatto sul medico e/o sulla struttura, poiché al malato è sufficiente allegare la responsabilità e dimostrare il danno per far ricadere sul medico l'onere di dimostrare di aver ben adempiuto al contratto di cura; se tale prova contraria non è raggiunta, la domanda del paziente viene accolta.
Anche l'interpretazione dell'art. 2236 cod. civ., un tempo baluardo della difesa dei medici, oggi svuota di significato la c.d. limitazione di responsabilità ivi prevista poiché è ormai pacifico che la norma non sia altro che una specificazione del concetto di diligenza speciale, stabilito dall'art. 1176 cod. civ., laddove il criterio di responsabilità, come è noto, impone che il giudizio sia condotto tenendo conto della natura del caso: va da sé quindi che, qualora il caso sia di particolare difficoltà, perché per esempio non studiato a sufficienza, anche la pretesa di perizia, e quindi di capacità tecnica, sia commisurata alla difficoltà della prestazione; nulla di più, a ben vedere, di quanto previsto già dall'art. 1176, II comma, cod. civ.

Più semplicemente: lo spauracchio, per il paziente, di una limitazione secca di responsabilità solo per colpa grave o dolo del medico è stato pressoché demolito dalla Corte di Cassazione.
Altra frontiera della responsabilità consiste nella valorizzazione del dovere d'informare il paziente così da consentirgli di autodeterminarsi alla cura liberamente. Il consenso informato, troppo spesso burocratizzato e svuotato d'ogni effetto, diventa invece protagonista del contratto di cura e la violazione del dovere d'informare può far fallire il rapporto.

E' fondamentale, nel percorso di accertamento della responsabilità, la consulenza medico legale che dovrà chiarire al malato gli estremi dell'eventuale errore, il nesso di causa con il danno lamentato e la consistenza di quest'ultimo, consentendo al giurista esperto di responsabilità medica di valorizzare la colpa ed il danno anche in conformità alla miglior giurisprudenza sul danno non patrimoniale - esistenziale.
Per quanto sia preferibile agire entro cinque anni dal fatto, per potersi avvalere anche del titolo di responsabilità extracontrattuale, il limite entro il quale l'azione contrattuale si prescrive è di dieci anni; sotto il profilo penale, ove esistano i presupposti per richiedere l'intervento della Procura della Repubblica, è necessario agire entro tre mesi dalla conoscenza del fatto di reato, previa consulenza che chiarisca se tale iniziativa sia proficua poiché non è certo indispensabile per conseguire il risarcimento del danno e la colpa medica, in sede penale, è dominata da regole di minor vantaggio per il malato.

Anche la tradizionale distinzione tra obbligazioni di mezzi e di risultato sta vivendo una fase che pare preludere al suo definitivo superamento: il criterio di responsabilità rimane comunque, per tutte le obbligazioni, quello dell'art. 1176 cod. civ., e quindi quello della diligenza speciale sotto la cui lente dovranno quindi essere lette le condotte professionali.
Piuttosto, la crescente attenzione per la centralità del dovere d'informare sposta l'attenzione sul patto, consentendo di valutare anche le promesse che sono state rivolte al paziente per fare emergere eventuali negligenze nella stessa informazione meritevoli d'essere stigmatizzate.
In particolare ciò accade per la chirurgia estetica e per gli interventi odontoiatrici spesso ricollegati più ad esigenze estetiche/edonistiche che di salute; in tali casi suggeriamo ai pazienti di pattuire per iscritto la consistenza dell'intervento ed il risultato promesso, così da poter verificare ex post se le promesse siano risultate vane.

14 aprile 2008

ORDINE DEI MEDICI - DENTISTI

 

 

Ecco di cosa si occupa la coorporazione dell'ordine dei medici, oltre che delle figure che fa Lina "Medico" nella casa del Grande fratello. In questo caso, l'opposizione dell'associazione "Centro Tutela Cosumatori Utenti", ha avuto ragione della tracotante arroganza che gli ordini ormai pepetrano per garantire la propria casta.


Comunicato stampa BZ, 17 marzo 2008

 

 

DENTISTI: VIA ALL’OPERAZIONE TRASPARENZA

 

IL CTCU PUBBLICA SUL PROPRIO SITO L’ELENCO DI PRESTAZIONI E PREZZI DEGLI STUDI ODONTOIATRICI CHE HANNO ADERITO ALLA CAMPAGNA PROMOSSA NEL 2007.

 

L’iniziativa era partita una prima volta già nel 2005, quando il Centro Tutela Consumatori Utenti, accogliendo le giuste lamentele da parte dei cittadini contro il caro prezzi dei dentisti, aveva lanciato l’idea di una pubblicazione sul proprio sito internet di tariffe e prestazioni degli studi odontoiatrici operanti in provincia. Scopo dichiarato, permettere ai consumatori di confrontare i prezzi praticati dai diversi professionisti e favorire nel contempo il riequilibrio delle tariffe attraverso una maggiore concorrenza del settore.
All’iniziativa, però, si era da subito opposto l’Ordine professionale locale: che, a fronte dell’invito rivolto dal CTCU ad ogni singolo dentista di compilare un tariffario standard con i prezzi praticati per una sua successiva pubblicazione online, aveva diramato una circolare dove avvisava i propri soci riguardo alle pesanti conseguenze – dalla censura alla sospensione dell’esercizio della professione sanitaria – nelle quali sarebbero potuti incorrere qualora avessero aderito all’invito.

Risultato: due esposti del CTCU. Il primo, indirizzato al Garante Europeo della libera concorrenza a Bruxelles, il secondo, all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con sede a Roma: la quale, nel riconoscere le giuste ragioni del CTCU, aveva invitato l’Ordine professionale dei dentisti ad adeguare i propri comportamenti al mutato contesto normativo; in altre parole, a non frapporre ulteriori ostacoli all’iniziativa del Centro Tutela Consumatori Utenti.

Oggi, trascorsi più di diciotto mesi dall’approvazione del primo “pacchetto Bersani sulle liberalizzazioni”, il quadro normativo è più chiaro e soprattutto non da più adito ad alcun dubbio in quanto è definitivamente stabilita l’abrogazione delle disposizioni normative che contengono l’obbligatorietà di tariffe fisse o minime e i divieti o limitazioni a pubblicizzare le caratteristiche o i prezzi dei servizi professionali: un innovazione normativa per la quale il Centro Tutela Consumatori Utenti sta conducendo una azione informativa e di assistenza ai cittadini clienti dei servizi attraverso il progetto nazionale “Consumatori e Mercato 2007”.

Caduti di conseguenza tutti gli ostacoli che impedivano la diffusione online delle tariffe e delle prestazioni degli studi odontoiatrici, il CTCU ha provveduto a pubblicare sul proprio sito internet i prezzi praticati dai dentisti che hanno aderito all’iniziativa.

Nel rinnovare il suo invito alla collaborazione agli studi odontoiatrici che non hanno ancora aderito all’iniziativa prezzi online, il CTCU coglie anche l’occasione per suggerire ai consumatori di non limitarsi comunque alla semplice comparazione delle tariffe, ma di porre particolare attenzione anche alla trasparenza e alla correttezza che debbono sempre caratterizzare il rapporto professionale tra il dentista e il suo assistito. Di seguito, alcuni consigli da tenere sempre a mente al fine di prevenire qualunque “sorpresa” che possa sorgere al momento di pagare il conto finale:

- prima di sottoporvi a qualsiasi cura dentistica, richiedete un preventivo scritto;
- chiedete subito se la redazione del preventivo ha un costo o è gratuita;
- diffidate dei dentisti che vi dicono di non preoccuparvi del prezzo o che al momento non è possibile fare alcun preventivo;
- assicuratevi che il preventivo contenga nel dettaglio tutti gli interventi ai quali vi dovrete sottoporre;
- chiedete un preventivo con l’indicazione dei prezzi per ogni voce riportata e non solo il prezzo totale;
- chiedete di essere immediatamente avvertiti nel caso in cui in corso di trattamento si presentasse la necessità di eseguire lavori supplementari (o variazione di quelli indicati nel preventivo) e fatevi redigere un nuovo preventivo;
- prima di sottoscrivere il consenso informato – necessario nel caso di intervento chirurgico – fatevi spiegare bene dal medico a chi tipo di intervento verrete sottoposti e quali saranno le conseguenze e i rischi eventuali.

9 aprile 2008

ARTE O VITA DA CANI

 


Premesso che non sono un perbenista  od una persona che pensa che gli animali debbano essere trattati come le persone poichè ritengo che ogni creatura abbia la propria natura,  non condivido la violenza gratuita e non necessaria.

Nell anno 2007, Guillermo Vargas Habacuc, un finto artista, prese un cane di strada, lo legò ad una corda corta ad un muro di una galleria d'arte e lo lasciò morire lentamente di fame e di sete:
Durante parecchi giorni, l'autore di questa crudeltà e i visitatori di questa galleria d'arte erano spettatori impassibili dell' agonia dell' animale, fino a quando finalmente morì di fame e di sete, sicuramente dopo essere passato per un assurdo ed incomprensibile calvario.
Quello non è tutto: la prestigiosa Biennale Centroamericanadi Arte decise, incomprensibilmente, che la bestialità che aveva appena commesso questo individuo era arte, ed in questo modo tanto incomprensibile Guillermo Vargas Habacuc è stato invitato a ripetere la sua crudele azione in fortuna Biennale in 2008. 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. maltrattamento

permalink | inviato da geronimo il 9/4/2008 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

7 aprile 2008

IL DEBITO PUBBLICO E LE AUTO BLU

 



E’ il paradosso, in campagna elettorale pur di conquistare i posti di potere ci promettono di tutto di più , eludendo quelli che sono i reali problemi. Come dire, non andiamo bene!? c’è malumore fra la gente!? allora cerchiamo di dare un contentino ai nostri sudditi, in modo tale che non si lamentino, ma certamente non possiamo rinunciare a quelli che sono i nostri privilegi e ancor meno prendere in considerazione una eventuale riduzione del nostro stipendio, che messo a confronto con quello della stragrande maggioranza è sicuramente ampolloso. Per fare un esempio, prendiamo in considerazione le auto in uso ai politici, le cosiddette “auto blu”, se si considerano le regioni, le province , i comuni e gli enti pubblici , anche di sola partecipazione pubblica, raggiungiamo un numero spropositato di 574.215 automobili. L’
Associazione Contribuemti Italiani ha stilato una classifica mondiale e, a quanto pare, dopo di noi al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 73.000 auto blu, seguiti da Francia (65.000), Regno Unito (58.000), Germania (54.000), Turchia (51.000), Spagna (44.000), Giappone (35.000), Grecia (34.000)e Portogallo (23.000). Sommando gli stipendi degli autisti, i rifornimenti di carburante e i pedaggi autostradali di queste auto, secondo l’Associazione contribuenti, la spesa annua arriva a 18,23 miliardi di euro, quasi una finanziaria. Nonostante ciò, e molto altro, riescono a dirci che bisogna fare dei sacrifici per diminuire il debito pubblico. Direi che sarebbe il caso che incomincino loro, anzi, come amministratori non capaci dovrebbero restituire parte dello stipendio indebitamente percepito, atteso che fino ad ora hanno dimostrato d'essere  negligenti nella gestione della pubblica amministrazione, tanto che,  il debito del nostro  paese, negli anni, è ulteriormente lievitato.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. debito pubblico

permalink | inviato da geronimo il 7/4/2008 alle 8:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

6 aprile 2008

IN RICORDO DI UN AMICO

 


                                                                                                   GLI AMICI DI LELLE

Gli amici di Lelle si ritrovano ogni anno insieme in memoria del loro amico scomparso prematuramente nel 2000, ed in linea a quello che era il suo pensiero, contribuiscono all’assistenza a distanza di una bambina del Malawi, Tiwonge Mwale, nata nell’anno 1992.

Un gesto che forse il loro amico Lelle avrebbe apprezzato e, proprio per questo, ritrovarsi insieme è diventata una ricorrenza per ricordare quello che è stato e quello che potrà essere per Tiwonge Mwale.




permalink | inviato da geronimo il 6/4/2008 alle 14:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio