Blog: http://GERONIMO.ilcannocchiale.it

BENE DIFETTOSO - DIRITTI DEL CONSUMATORE

La Corte di Giustizia Europea con la sentenza del 16 giugno 2011, nelle cause C-65/09 e C-87/09 ha stabilito che il prodotto difettoso deve essere sostituito dal venditore, il quale è tenuto anche a rimuoverlo dal luogo in cui è stato installato, indennizzando il consumatore delle spese necessarie per il compimento di tali operazioni.

La direttiva presa in esame è 1999/44/CE, la quale stabilisce, nell’art. 3, n. 1, che il venditore risponda, nei confronti del consumatore, di qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della vendita. L'acquirente può chiedere il ripristino della conformità del bene od eventualmente, ottenere una riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto. Ovviamente ogni spesa deve essere sostenuta dal venditore.

Pubblicato il 3/7/2011 alle 21.31 nella rubrica Commercio e P.S..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web