Blog: http://GERONIMO.ilcannocchiale.it

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA - GARANZIE DIFENSIVE

Le garanzie difensive nel momento in cui si eseguono gli accertamenti inerenti la guida in stato di ebbrezza (es.: alcool test ) si deve ritenere sussistente l'obbligatorietà di erudire l'interessato della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, così come espressamente previsto dall'art. 114 disp  att. c.p.p. Nel qual caso non venga resa edotta siffatta facoltà, si determina la nullità generale ai sensi dell'art. 182 c.p.p. L' enunciazione deve essere formulata prima del compimento dell'atto o immediatamente dopo (Cass.,Sez. III, 28 marzo 2012 (dep. 18 aprile 2012), n. 14873; Sez. II, 12aprile 2011 (dep. 16 maggio 2011), n. 19100; Sez. II, 23 marzo 2011(dep. 1 aprile 2011), n. 13392; Sez. I, 4 febbraio 2010 (dep. 1 marzo2010) n. 8107; Sez. IV, 14 marzo 2008 (dep. 16 aprile 2008), n.15739; Sez. IV, 25 settembre 2003 (dep. 7 novembre 2003), n. 42715). La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10136/2014 ha statuito che, qualora il prelievo non sia necessario a scopi terapeutici, è necessario il consenso dell'interessato, il cui rifiuto è, pertanto, da ritenersi legittimo.


Altra sentenza (Cass.,Sez. IV, 12 febbraio 2008 (dep. 11 marzo 2008), n. 10850) ha ritenuto però non perentoria, nella fattispecie, la norma che prevede l'avviso della presenza di un legale, atteso che il mero accertamento cognitivo effettuato dalla polizia giudiziaria assume la forma esplorativa dell' attività di polizia amministrativa. In ogni caso, financo si ritenga valida quest'ultima tesi, la stessa corte afferma che tale obbligo sussiste comunque qualora si desume lo stato di alterazione del conducente  da qualsiasi elemento sintomatico dell'ebbrezza ancora prima della prova spirometrica.

Pubblicato il 3/2/2014 alle 13.57 nella rubrica L'automobilista.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web