Blog: http://GERONIMO.ilcannocchiale.it

NON FERMARSI AL POSTO DI BLOCCO COSTITUISCE REATO DI RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

 

La Corte di  Cassazione   costantemente   riafferma   il   principio   che   in tema  di   resistenza  a  pubblico  ufficiale,  integra   l'elemento materiale della  violenza  la  condotta  del soggetto che si dia alla fuga, alla guida  di una   autovettura,  non   limitandosi  a  cercare  di sottrarsi all'inseguimento, ma ponendo deliberatamente  in  pericolo,  con  una condotta  di guida  obiettivamente  pericolosa,  l'incolumit√† personale degli agenti inseguitori o degli altri utenti della strada (Sez. F, sent. n. 40 del 10/09/2013, E, Rv. 257915; Sez. 2, sent. n. 46618 del 20/11/2009, Corrado e altri, Rv. 245420; Sez. 2, sent. n. 41419 del 18/09/2009, Lorusso, Rv.245243; Sez. 4, sent. n. 41936 del 14/07/2006, Campicello, Rv. 235535; Sez. 6, sent. n. 31716 del 08/04/2003, La raspata, Rv. 226251 e altre conformi).



Corte di Cassazione sentenza 24 giugno 2015 n. 26528


Pubblicato il 2/9/2015 alle 15.27 nella rubrica L'automobilista.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web